PRIMAVERA TEMPO DI POLLINI E DI … ALLERGIE

Si possono distinguere tre tipi di allergie: alimentari , respiratorie e da contatto.

Dal punto di vista immunologico possiamo distinguere, in particolare per le reazioni ai cibi, tre diversi tipi di reazioni:

ALLERGIE: reazioni immunologiche mediate da anticorpi IGE

IPERSENSIBILITÀ: reazioni immunologiche di altra natura (non mediate da anticorpi IGE)

REAZIONI AVVERSE: reazioni non immunologiche

 

Le allergie alimentari sono disturbi clinici che compaiono in individui che, in seguito all’assunzione di alcuni alimenti, producono anticorpi della classe IGE. I disturbi più comuni sono orticaria, edema delle mucose, angio-edema della glottide, disturbi gastrointestinali.

Gli alimenti che più frequentemente possono indurre allergia sono:

  • uova
  • latte
  • pesce
  • crostacei
  • arachidi
  • nocciole
  • soia
  • frumento

meno frequentemente

  • mela
  • noce
  • sedano
  • pomodoro
  • banana
  • kiwi
  • pesca
  • carota

È bene tenere presente che può presentarsi reazione crociata (cioè manifestarsi comunque l’allergia) tra alimenti ed altri allergeni (sostanze che inducono allergia):

mela:  carota, patata, polline di betulla

carota: sedano, anice, mela, patata, segale, frumento, ananas, avocado, polline di betulla

cereali: frumento, segale, orzo, avena, granoturco, riso, polline di graminacee

merluzzo: anguilla, sgombro, salmone, trota, tonno

latte di mucca: latte di asina, di capra e di animali simili

uova: albume, lisozima, tuorlo, ovoalbumina

aglio: cipolla, asparago

miele: contaminazione di polline di Composite

piselli: lenticchie, liquirizia, semi di soia, fagioli bianchi, noccioline americane, finocchio

pesca: albicocca, prugna, banana

noce americana: noccioline, noce, noce brasiliana

riso: cereali, granoturco, polline di segale

gamberetto: granchio, aragosta, calamaro, gambero, acari

 

Le allergie respiratorie sono patologie anch’esse mediate da anticorpi della classe IGE che in seguito ad inalazione di pollini, di graminacee, composite, alberi, erbe, miceti e muffe, derivati epidermici, acari, si manifestano con disturbi quali asma, rinite, orticaria, eczema. Anche in questo caso si possono avere reazioni crociate tra allergie ai pollini ed alimenti, può essere pertanto utile eliminare alcuni alimenti che possono scatenare reazioni allergiche respiratorie associate a volte a disturbi gastro-intestinali, in particolare sono state evidenziate le seguenti reazioni crociate:

ambrosia: banana, melone

artemisia: anguria, banana, camomilla, melone, sedano, zucca

betulla: albicocca, arachidi, banana, carota, ciliegia, finocchio, mela, nocciola, noce, patata, pera, pesca, sedano

composite: anguria, banana, camomilla, mela, sedano, melone, zucca

graminacee: albicocca, anguria, arachidi, arancia, ciliegia, frumento, kiwi, mandorla, melone, pesca, pomodoro, prugna

parietaria: basilico, ciliegia, grano saraceno, melone, ortica, piselli

lattice: avocado, banana, castagna, kiwi

 

Le allergie da contatto infine sono quelle che si manifestano in seguito al contatto con l’allergene. Tipica è l’allergia al nichel, particolarmente problematica poiché quasi tutti gli alimenti contengono nichel e quindi possono indurre disturbi anche gravi.

Ricordo gli alimenti a maggiore contenuto di nichel:

verdure ed ortaggi: pomodoro, spinaci, cipolle, cavoli, cavolini di bruxelles, asparagi, funghi, porro

pane e cereali: cereali integrali, avena, miglio, grano saraceno, mais, pane integrale, pane di più cereali, crusca di grano e prodotti derivati

pesce: crostacei, frutti di mare, tonno, sgombro, bottarga, salmone

uova

frutta: pere, kiwi, prugne, uva e uvetta secca, ananas, lamponi e frutti di bosco, noci, arachidi, nocciole

farine: farine integrali, farine di mais

legumi: lenticchie, soia, fagioli, piselli

condimenti: grassi vegetali idrogenati, oli vegetali misti, olio di arachidi, olio di soia

bevande: vino rosso, birra, tè lasciato a lungo in infusione, caffè in quantità superiore ad una tazzina al giorno

altro: rabarbaro, liquirizia, cacao e cioccolato, lievito in polvere

Bibliografia:

  1. Lauletta _ Reazioni avverse agli alimenti
  2. Boschiero, A. Semenzato _ Allergie, intolleranze, reazioni avverse agli alimenti – Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo _ Rev.0 del 31/03/2007
  3. Aquili, G. Bellotti, C. Bosso, A. Stangalini _ Alimenti, integratori alimentari, malattie _ Ed. Emme Distribuzione s.r.l. 2014
Posted on: 28/05/2020
Call Now Button
Chiama
Naviga