CILIEGIE …. UNA TIRA L’ALTRA

20200605_194703

Il ciliegio (Prunus  Avium L. appartenente alla famiglia delle Rosaceae) vive nelle zone temperate. Tutte le varietà derivano da due specie: il ciliegio selvatico dolce ed il ciliegio acido, entrambi originari dell’Asia Minore da dove giunsero in Europa in tempi molto remoti e qui, ancora oggi, crescono spontaneamente, in particolare il ciliegio dolce.d esso si possono ricondurre tutte le varietà di frutti tenerini e duracini, tondetti, ovoleggianti  o cuoriformi, con peduncolo lungo, di colore giallo, rosso o rosso scuro, con polpa dolce; al ciliegio acido appartengono l’amarena, la visciola e la marasca.

Il frutto è ricco di vitamina C ed A, manganese, rame, flavonoidi, terpeni, melatonina, possiede ottime proprietà antinfiammatorie, utile contro l’insonnia, la gotta, antitumorale. È un ottimo antiossidante in quanto una manciata di ciliegie apporta 547 punti ORAC (Oxigen Radical Absorbance Capacity, punti anti-invecchiamento), contengono un’elevata quantità di antocianine particolarmente utili nel proteggere l’endotelio dei vasi sanguigni ed assunte sotto qualsiasi forma apportano nutrienti utili per il sistema cardiovascolare.

 

Bibliografia:

-Monastero Certosa di Pavia _  La medicina dei semplici _  Ed. Torchio de’ Ricci 2004

-Aquili, G. Bellotti, C.Bosso, A. Stangalini _ Alimenti, integratori alimentari, malattie _ Ed. Emme                              Distribuzione s.r.l. 2014

-Spinelli _ Il colesterolo

 

Posted on: 09/06/2020
Call Now Button
Chiama
Naviga